Il Fretum Siculi e l’isola perduta. Corografia del territorio costiero e dell’antico bacino portuale di Messina

Il Fretum Siculi e l’isola perduta. Corografia del territorio costiero e dell’antico bacino portuale di Messina

di Alessandro Fumia

Audace e quindi rischiosa la tesi proposta in “Fretum Siculi” da Alessandro Fumia alla ricerca dell’isola perduta. Del resto, nel mare tra Scilla e Cariddi i pericoli sono sempre in agguato e quindi con coraggio l’autore affronta rapide correnti e gorghi, come un tempo dichiaravano programmaticamente gli Accademici Peloritani. Ciò premesso, la raccolta di antichi documenti realizzata in disparati archivi costituisce un interessante ed utile silloge da cui ciascun lettore potrà trarre giovamento, pur restando aperto il campo interpretativo.

Editore: EDAS
Anno edizione: 2015
In commercio dal: 16/04/2018
Pagine: 216 p., ill. , Rilegato
EAN: 9788878204492

Acquista online

 

Facebook Comments
Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *